Viale Spartaco Lavagnini 70, Firenze

Toyota e Securitize sviluppano una piattaforma ID basata su blockchain

Toyota ha annunciato l’intenzione di realizzare una nuova piattaforma di identificazione personale ed ID veicolo sviluppata in collaborazione con la start-up blockchain BUIDL.

La piattaforma di identificazione personale può essere utilizzata dalle aziende per gestire punti, benefici per i dipendenti e rilascio di certificati digitali, mentre la piattaforma di identificazione del veicolo può essere utilizzata per gestire la registrazione del veicolo, i registri di manutenzione, i registri di proprietà e altro ancora.

Toyota & Securitize

BUIDL, fondata nel 2018 e acquisita da Securitize lo scorso anno, supporta molti progetti di token di sicurezza in tutto il Giappone e ha costantemente aumentato i suoi ricavi, mentre Toyota ha mostrato interesse nel perseguire modelli di business correlati alla blockchain al fine di utilizzare la tecnologia negli strumenti di acquisto di annunci digitali e ridurre le frodi. Toyota ha visto aumentare il traffico del proprio sito Web del 21%.

Il mese scorso, Toyota ha investito $ 400 milioni in Pony.ai, un fornitore di tecnologia per veicoli a guida autonoma.  La loro collaborazione consentirebbe una più profonda integrazione del sistema di veicoli a guida autonoma di Pony.ai con le robuste piattaforme e tecnologie per veicoli di Toyota. Entrambe le aziende guardano anche oltre il veicolo stesso per esplorare ulteriori possibilità sui servizi di mobilità e realizzare la loro visione condivisa di un futuro di mobilità sicuro e sostenibile. Si concentreranno sull’offrire vantaggi sociali significativi sfruttando le tecnologie, le competenze e i servizi di ciascuna azienda.

L’interesse costante di Toyota nella tecnologia blockchain

L’interesse di Toyota per la tecnologia blockchain è di vecchia data. In passato, la Toyota ha guidato la prima campagna pubblicitaria basata su blockchain del settore automobilistico, insieme alla società di analisi della pubblicità blockchain Lucidity e alla società di pubblicità internazionale Saatchi & Saatchi. Lo scopo principale di questa collaborazione era introdurre trasparenza nell’acquisto della campagna pubblicitaria digitale di Toyota, eliminando gli sprechi. Nel 2017, il Toyota Research Institute (TRI) ha collaborato con il MIT Media Lab e altri partner del settore per verificare se i registri distribuiti possono accelerare lo sviluppo della tecnologia di guida autonoma.

Leggi anche:  Blockchain e intelligenza artificiale: verso strumenti di “democrazia elettronica”